Passa ai contenuti principali

Post

In primo piano

IL DITO di Doruntina Basha traduzione italiana di Elisa Copetti regia e costumi di Carlo Sciaccaluga

Al Ridotto TeatroMercadante da giovedì 20 febbraio a domenica 1 marzo2020

Servizio di Rita Felerico
Napoli - La guerra: non importa quale siano i Paesi convolti, non importa conoscere i giorni nei quali si combatte. La guerra è guerra in qualsiasi parte del mondo e nel tempo seppure in modi diversi, in forme diverse, dispiega la sua violenza e irrazionalità sempre, riproducendo gli stessi comportamenti violenti ed inumani. Il Dito, opera prima di Doruntina Basha drammaturga e sceneggiatrice nata a Prishtina nel 1981, di guerra ne sa; è una delle poche artiste riuscita a fuggire dal Kosovo e la sua opera -tradotta anche in francese e tedesco- scavain una dimensione più ‘intima’ del dramma guerra, osservandola e narrandola come dolore che irrompe nella vita di due donne. Donne legate da un rapporto tipicamente difficile, quello fra una suocera e una nuora e inoltre complicato dall’assenza / morte di un uomo, il figlio / marito.
E si scatenano i sentimenti, Vajza, la moglie,e Zoja, la madre…

Ultimi post

BELLA FIGURA regia Roberto Andò

IL DITO di Doruntina Basha traduzione italiana Elisa Copetti regia e costumi Carlo Sciaccaluga

A CHE SERVONO GLI UOMINI? di Iaia Fiastri regia di Lina Wertmüller

ANIMALI DA BAR uno spettacolo di CARROZZERIA ORFEO

URANIA D’Agosto del premio Ubu Lucia Calamaro regia di Davide Iodice

“SALVATORE GARGIULO 1 E 2” Testo e regia di Franco Pinelli

AD OCCHI CHIUSI scritto e diretto da Luca Pizzurro, con Andrea Fiorillo

IN NOME DEL PADRE di e con Mario Perrotta, regia di Mario Perrotta, consulenza alla drammaturgia Massimo Recalcati

AD OCCHI CHIUSI scritto e diretto da Luca Pizzurro - La verità di un carnefice raccontata a teatro

“Confini Aperti”, progetto che conferma e consolida il partenariato tra Teatri Associati di Napoli e il Teatro Augusteo